Venezia ’74, Beyouty e le stelle del cinema

Diario di una lookmaker: Beyouty a New York
settembre 5, 2017
How To Be Beyouty – Nata con la camicia… di lui
settembre 22, 2017
Show all

Venezia ’74, Beyouty e le stelle del cinema

Venezia, dalla rivista alla realtà

“Buona notte piccola mia!” “Buona notte mamma!” Mia madre mi dava la buonanotte perché l’indomani avevo scuola ed io, che ho sempre avuto un animo ribelle, disobbedivo. Prendevo le riviste di moda, mi mettevo sotto il lenzuolo bianco a mo’ di capanna, accendevo la torcia di emergenza che papà aveva recuperato in caso andasse via l’elettricità e iniziavo a sfogliare. Ammiravo le donne più belle del cinema in abiti stupendi che si facevano fotografare su un lucente tappeto rosso. Chi avrebbe mai immaginato che un giorno avrei curato il look delle star sul red carpet della Mostra internazionale di arte cinematografica di Venezia?

“Sometimes the king is a woman” e di fronte a quel panorama, davvero, mi sentivo una regina

Con una splendida gonna Seta e una giacca in pelle Rinascimento by Carrieri Store per il private party a Villa Laguna

Si vola e si salpa, arrivo a Venezia!

Metto piede in quella che viene definita la bellezza sul mare. Turisti, persone in bici e tabelloni con su il logo del festival di Venezia. Lance che salpano o arrivano donando un’immagine quasi pittoresca ad una location incantevole. Arrivo in hotel e raggiungo i miei colleghi. Non c’è tempo da perdere, per me già sono previsti appuntamenti: indosso la mia maglietta firmata Compagnia della Bellezza – L’Oreal e, emozionatissima, inizio il mio amato lavoro.

Indosso la mia maglietta Compagnia della Bellezza e comincia il mio lavoro presso il Festival del Cinema di Venezia

Pronti, partenza, via! Comincia questa mia grande esperienza

Dalle stelle alle star del cinema

Incontro la mia prima “stella di Venezia”: Francesca Antonelli. Appena mi vede esclama: “Voglio i capelli proprio come i tuoi, belli e vaporosi“. Del resto, tra ricce ci si intende subito. Francesca è una splendida donna riccia e rossa, una delle protagoniste del film tanto applaudito del festival: “Manuel” di Dario Albertini. Tra di noi si instaura una bellissima intesa, tra risate e confidenze come due amiche di sempre. Realizzo per lei un mosso energy per uno styling voluminoso e naturale e il sorriso appare sul suo volto, soddisfatta e felice dei suoi ricci. “Grazie Francesca, da oggi in poi vorrò sempre te!” Ed infatti il giorno seguente sono ritornata nella sua camera d’albergo per lavorare ancora ai suoi ricci per altre presentazioni e red carpet.

La rossa e la bruna – Ed eccomi con Francesca Antonelli, solare e riccia quasi pronta per il suo red carpet

La rivelazione del festival, incontro la donna garçonne

Dai ricci della Antonelli passo alla rivelazione di questa edizione del festival di Venezia. Sara Serraiocco dal red carpet al grande schermo è stata molto apprezzata, applaudita e ricercata per gli scatti. Mentre nella pellicola Brutti e Cattivi interpreta il personaggio di Ballerina, una donna senza braccia dalla folta chioma bionda, per il red carpet ha preferito una pettinatura alla garçonne: bon ton e sofisticata con la riga al lato. Mi ha accolto nella sua camera con un bellissimo tailleur pigiama firmato Gucci, un sorriso e occhi dolci: “Oggi è un’occasione importante, mi metto nelle tue mani”.

Coccola una donna con una bella pettinatura e la rendi felice. In compagnia della bellissima Sara Serraiocco

Hotel Excelsior ed è subito american style

Eh si, american style perché per l’ultimo pomeriggio di lavoro a Venezia ho curato il look di stelle internazionali. Mi ritrovo nell’hotel più lussuoso che da decenni ospita personaggi del grande schermo provenienti da tutto il mondo. Raggiungo subito la camera che mi è stata assegnata, busso e viene ad aprirmi un giovane dal capello biondo e dal sorriso che sa di tenerezza: Charlie Plummer. Il giovane attore è la rivelazione statunitense per la sua interpretazione in “Lean on Pete”. Mi metto a lavoro e inizio con la piega. Una chiacchiera su New York era d’obbligo e infatti mi chiede subito, in un inglese disinvolto, se fossi mai stata nella grande mela. Gli parlo della mia esperienza alla New York Fashion Week e di quanto amo quella metropoli. Una bella sintonia, una piacevole chiacchierata e dovevo assolutamente immortalare il momento con un selfie.

In compagnia di Charlie Plummer, Premio Mastroianni. Su Vogue il suo red carpet.

Secondo appuntamento, seconda stanza da raggiungere. Sembrava davvero di essere in una scena di un film. Una ragazza con il pass del festival mi apre gentilmente la porta, entro e resto incantata da una bellissima atmosfera: fiori delicati su ogni mobile, una poltrona vicino alla finestra e una donna su di essa che legge un libro tra le mani. Il sole illuminava solo lei e i suoi capelli color argento erano ancora più lucenti. Mi guarda e con un sorriso e un cenno di testa mi saluta. Sto descrivendo i gesti di una bellissima e ammirabile attrice: Charlotte Rampling, la regina di questa 74esima edizione della mostra internazionale del cinema di Venezia.

Con l’elegante Charlotte Rampling prima della sua premiazione come miglior interpretazione femminile

Francesca, c’è un’altra celebrità da preparare“. Mancava poco all’ultimo red carpet di questa edizione e quindi sarebbe stata l’ultima acconciatura. Ed ecco che mi si presenta di fronte una bellezza eterea, una donna alta e bionda, capelli lunghi e ben curati. Angela Ismailos, attrice e regista greca, è pronta per indossare il suo abito nero, lungo e scollato. Devo realizzare une bellissima acconciatura e mi faccio trasportare dalla fantasia e da ciò che quel viso mi ispira: un raccolto annodato, effetto effortless. Et voilà, è pronta per quel tappeto rosso e per i flash dei fotografi.

Angela Ismailos al red carpet durante la serata delle premiazioni

Si spengono i riflettori, resta accesa la voglia di crescere

Non ho mai vissuto un’esperienza del genere, attimi che mi dessero così tante soddisfazioni una dopo l’altra. Ho fatto parte del team Compagnia della Bellezza e L’Oreal, una squadra forte e compatta che dimostra creatività e voglia di eccellere.  Ho lavorato sodo e con impegno ho avuto i miei risultati, dall’affetto di un’altra riccia con il quale ho instaurato una bellissima complicità come Francesca Antonelli, ai complimenti ricevuti dai colleghi per le pettinature realizzate per gli artisti internazionali.

Vedere i miei lavori su testate internazionali, ammirare emozionata le stelle ricevere i premi del festival con quella bellezza che in parte anche io gli ho donato, vivere l’adrenalina di un festival riconosciuto in tutto il mondo, sono esperienze che mi hanno fatto comprendere davvero cosa volevo, voglio e vorrò sempre. Nella vita bisogna sempre aver coraggio nelle proprie scelte, credere in sé stessi e combattere per i propri sogni. A me piacere sognare e continuerò a farlo proprio perché non si smette mai di imparare, non si smette mai di crescere.

A bordo della Lancia nella splendida Venezia – Abito Vicolo by Carrieri Store

Tra i vicoli di Venezia con colori caldi e l’atmosfera romantica del Ponte di Rialto – Total Look Vicolo by Carrieri Store

Sono tornata a casa, con altri sogni tra le mani e con un sorriso ancora più coraggioso.

La vostra Francesca beyouty

 

Francesca Beyouty
Francesca Beyouty
In tenera età il capello riccio già dominava il mio capo, le perle di mia madre erano già al collo, mettevo di nascosto il rossetto e il fucsia era divenuto già il mio colore preferito...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *