invidia? No grazie
Invidia? Non ti temo! Ecco i miei 5 “salvapensieri”
aprile 3, 2017
Show all

How To Be Beyouty: tanti ricci pochi capricci

“Ricci o lisci?”

Si sa, non è semplice avere sempre dei capelli perfetti e tanto meno trovare un parrucchiere capace di gestire, in generale, i nostri capelli. “Mi dai una spuntatina alle doppie punte” e ci ritroviamo con troppi centimetri in meno, figuriamoci quando si tratta di gestire ricci che, del resto, amiamo tanto.

In realtà fin da piccola i miei capelli sono stati davvero un problema. La “scarola” era il vezzeggiativo che mi veniva dato per definire quella miriade di capelli che mi ritrovavo in testa. Non potevo stare ai primi banchi perché i miei compagni non avrebbero potuto vedere la lavagna e quindi quel nomignolo era la prova che quei ricci, tanto comodi e belli per me, non lo erano affatto.

Durante l’adolescenza decisi di cambiare look. È il periodo in cui ogni ragazza inizia un’evoluzione e il taglio di capelli identifica il suo essere, il suo carattere. Con piastra alla mano i miei ricci divennero un manto di capelli lisci. Mi guardavo allo specchio e finalmente quella “scarola” non si vedeva più.

 

“Una donna che si taglia i capelli è in procinto di cambiare la sua vita.”

Coco Chanel aveva ragione. Ad un certo punto della mia vita diedi un taglio netto! Dopo aver lasciato il mio lavoro d’ufficio decisi definitivamente di cambiare. Volevo esprimere appieno la mia emotività: misi da parte Francesca Ragone e liberai Francesca Beyouty. Buttai via la piastra, tagliai i capelli fino all’altezza delle spalle e provai ad asciugare la chioma al naturale. Ritrovai me stessa in quel casco di ricci ribelle e indisciplinato. Finalmente guardandomi allo specchio mi piacevo davvero! L’ equilibrio tra la mia anima e la mia immagine mi faceva sentire sicura e fiera della donna che ero diventata.

Guai a te se lisci o tagli i capelli”. Fabio ha ragione. I ricci sono la mia forza, sprigionano il mio modo di essere e la mia felicità nel dire “Si, sono così. Pur avendo una scarola riccia in testa, mi sento bene con la mia chioma”.

ricci beyouty

How To Be Beyouty – La felicità nell’essere se stessi, con i ricci al vento

“Come fai ad avere dei ricci così belli?”

Così ho imparato a gestire i miei ricci ribelli, a curarli e ad averli sempre in salute, forti e vigorosi.

In che modo? Vi svelo i miei segreti di bellezza per avere tanti ricci che fanno pochi capricci! Pronte?

I ricci hanno bisogno di essere ben idratati quindi basta utilizzare uno shampoo neutro ed una noce di balsamo in grado di ammorbidirli, senza appesantirli troppo, per sciogliere i nodi che inevitabilmente si creano.

ricci beyouty

How To Be Beyouty – Spuma Glam Volume Victime K-Time, una garanzia per i miei capelli 

 

Una volta tamponati con l’asciugamano basta scuotere la chioma bagnata ed applicare prodotti per la definizione dei ricci quali Volume Victime di K-Time, un prodotto innovativo e profumato, ideale per le “vittime del volume” perché lascia i ricci definiti ma vaporosi e leggeri.

Dopo di che basta:

1. Asciugare a testa in giù con il diffusore

2. Terminare l’asciugatura con un soffio di aria fredda, senza l’ausilio del diffusore, in modo da ottenere il volume desiderato

3. Definire lo styling con una spruzzata di lacca Runway Queen di K-Time

…Ed il gioco è fatto!

ricci beyouty

How To Be Beyouty – Definizione con Runway Queen K-Time

ricci beyouty

How To Be Beyouty – I miei ricci perfetti con K-Time

Come scrive Niccolò Fabi in una sua canzone Io vivo sempre insieme ai miei capelli nel mondo, ma quando perdo il senso e non mi sento niente io chiedo ai miei capelli di darmi la conferma che esisto e rappresento qualcosa per gli altri di unico, vero e sincero”.

Ed è proprio così. Al prossimo appuntamento!

Francesca Beyouty beyouty

Francesca Beyouty
Francesca Beyouty
In tenera età il capello riccio già dominava il mio capo, le perle di mia madre erano già al collo, mettevo di nascosto il rossetto e il fucsia era divenuto già il mio colore preferito...

4 Comments

  1. ricciolinoblog ha detto:

    Mi sono rivista molto nelle tue parole! Anche per me il periodo dell’adolescenza era un continuo piastrare i ricci, ma crescendo ho imparato a gestirli e di conseguenza ad accettarli. Credo che il segreto è quello..se si trova il modo per gestirli finirà la guerra 🙂

    • Francesca Beyouty ha detto:

      Si, è un vero e proprio percorso interiore che punta all’accettazione di una parte di noi difficile da disciplinare. Il lato positivo è che una volta che si impara a gestirli, ci si può anche divertire tanto! E libertà sia!

  2. Paola ha detto:

    Oggi i capelli ricci sono una “Moda”… trovi in giro teste ricce e voluminose…ma grazie a permanenti…La vera virtù è di chi li ha naturali…come te 🙂

    • Francesca Beyouty ha detto:

      Come si dice? Chi li ha i capelli lisci li vuole ricci e viceversa. Ricci o lisci la vera moda è raggiungere l’equilibrio con se stesse. Se dalla natura riceviamo un dono, dobbiamo anche imparare a farne punto di forza 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *