Diario di una lookmaker – Rinascere con la look therapy

Milano, settembre e moda – Fashion Week sia!
settembre 25, 2017
How To Be Beyouty – Il mio chiodo fisso
novembre 4, 2017
Show all

Diario di una lookmaker – Rinascere con la look therapy

“Io ho scelto di essere me stesso perché è bellissimo guardarsi allo specchio e riconoscersi sempre”

Quei capelli troppo ricci, le forme generose e quel jeans che per chiudere la zip bisognava stendersi sul letto. Finalmente lunghi e lisci, la piastra era diventata la mia migliore amica. Lisciavo i capelli per disciplinare la mia vita.

Ricordi in polaroid – Ultima foto con i miei capelli lisci raccolti in una coda

Volevo entrare nella 42, taglia che mi era appartenuta per anni ma che avevo perso perché avevo preso…chili. Un peso che accumulava dietro l’insofferenza di chi non sentivo di essere, di ogni impegno preso che non riuscivo a portare a termine come avrei voluto. Mi sentivo spesso inadeguata, nonostante provassi con tutta me stessa a fare ciò che dovevo fare.

Poi c’erano quelle battaglie che avevo perso. Quel figlio tanto desiderato non poteva arrivare ed il mio corpo stanco e martorizzato dalle iniezioni, da intere giornate in ospedale, dai giri su e giù per l’Italia per trovare una spiegazione, un perché. Quel corpo che ad un certo punto non ne poteva proprio più.

Era tutto nero. Vedevo tutto nero. Non mi piacevo. Non stavo bene né con me stessa né con gli altri.

Basta! Voglio ritrovare ME

Poi un giorno nella solitudine della mia stanza da letto mi guardai allo specchio più del solito e non capivo più chi fossi. Quei capelli scuri e lisci non erano miei, perché continuare a stirarli? Allora corsi in bagno a fare uno shampoo, phon al massimo e cominciai a scuotere la testa a destra ed a sinistra. Mentre i capelli prendevano volume e lievitavano verso l’alto, tutte le mie insicurezze scivolavano giù. Mi riguardai allo specchio nuovamente e mi sentii nuda nonostante indossavo la maglia di Fabio per sentire il suo profumo e sentirmi più sicura. In quel momento però ero spoglia di qualsiasi sovrastruttura ed iniziai a fare i conti con me stessa ed ad indagare nella mia anima.

Scavai in un ricordo e trovai la donna più importante della mia vita allo specchio mentre metteva il mascara. IO ero li accanto a lei a giocare con le mie barbie ed a replicare ogni suo gesto. In quell’attimo dissi: “Ho deciso. Mollo tutto. Voglio diventare una lookmaker!” Cosi si accese una luce che mi fece guardare il mondo da un altro punto di vista. I mesi scorrevano veloci tra viaggi e la voglia di cambiare, di scoprire, di sognare. Il corso di consulenza d’immagine mi stimolò ancor di più nel ritrovare Francesca.

Sto parlando di lei, mia madre: intenta a mettere il mascara ed io al suo fianco, imitavo ogni singolo gesto

Dal fiocchetto tra i capelli si capiva già che il fucsia era il mio colore preferito

Riccia, con abiti morbidi e senza più quegli odiosi e aderenti jeans che mi ricordavano quanto il mio corpo fosse cambiato. Magari qualche capo preso in prestito dall’armadio di mio marito che accarezzava la mie curve morbide e quel rossetto rosso sulle labbra che aveva tolto il posto alla cupezza dello smokey eyes nero. “Ho scelto di essere ME, e se un rossetto, un accessorio, un capello lasciato libero mi ha aiutato, devo raccontarlo ad altre donne che come me hanno visto il buio.”

Beyouty Look Therapy

Si dice: “L’importante è essere, non apparire”

Dico: “L’importante è apparire come si è realmente!”

Facile da dire, difficile da mettere in atto. Le persone intorno a noi ci conoscono perlopiù per come ci muoviamo, per come appariamo e pochissime sono invece le persone che conoscono la nostra anima. Stanca del gap fra l’esteriorità e l’interiorità decisi che il percorso che avevo vissuto in prima persona lo avrei chiamato look therapy!

“La bellezza è armonia di imperfezioni” da quel momento la mia mission è stata e continua ad essere: riscoprire l’unicità di ognuno di noi attraverso un percorso di consapevolezza in cui quando ti ritrovi nell’immagine che riflette, lo specchio diventa il tuo miglior alleato. E se a raggiungere sintonia tra anima e immagine esteriore, ci aiutano trucco, acconciatura e stile, perché non utilizzarli?

Piacerti. Come sei.

Look therapy – Sorridi allo specchio, non più un nemico ma il tuo alleato.

Ritrovarsi e piacersi con la look therapy

Perchè vi ho raccontato della Francesca dai capelli lunghi e lisci? Perché la prima cliente Beyouty sono stata io stessa e il viaggio con la look therapy è stato uno dei più profondi che io abbia mai fatto e che continuo a fare con tante donne che hanno deciso di piacersi, così come sono.

Se ci sono riuscita io, perché non puoi farlo anche tu?

Francesca beyouty

Francesca Beyouty
Francesca Beyouty
In tenera età il capello riccio già dominava il mio capo, le perle di mia madre erano già al collo, mettevo di nascosto il rossetto e il fucsia era divenuto già il mio colore preferito...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *