BeyoutyNYFW – Day #2 Velo bianco, pastello e Times Square

BeyoutyNYFW – Day #1 un mix di colori ed eleganza
settembre 14, 2016
BeyoutyNYFW – Day #3 New York tra sogno e realtà
settembre 16, 2016
Show all

BeyoutyNYFW – Day #2 Velo bianco, pastello e Times Square

Stesso posto, stessa ora. Sono a Lextington Avenue e sono le 4 del pomeriggio. Una bella dose di caffè per iniziare la giornata al meglio, prendo le mie bacchette magiche e comincio a studiare ciò che c’è da fare. Il backstage delle passerelle è sempre pieno di confusione ma al tempo stesso sento risate e vedo sempre persone con il sorriso sulle labbra. Amano quello che fanno e lo fanno con passione e determinazione. Mi confronto con il team e scrutando nel dettaglio la scaletta iniziamo a prendere confidenza con i designer del giorno.

collage_dettagliday2-1

Velo bianco, corpetto luminoso, volant su gonne lunghe. No, non sono nel mio studio a Salerno per preparare una bride. Sono al secondo giorno di lavoro alla New York Fashion e mi ritrovo modelle indossare abiti da sposa dell’Atelier Ioana Calin. Direttamente dalla Romania Ioana ha portato in passerella degli abiti principeschi, dalla gonna ampia e lunga. Il velo scende delicato e leggero sulle spalle per poi poggiarsi sulla gonna e lasciare la scia di bellezza lungo tutta la passerella. Bianchi e incantati, la sposa di Ioana si fa notare per la luce che i corpetti emanano ogni qual volta si incontra un riflesso luminoso. La donna può osare e in modo delicato lo può fare anche per il suo matrimonio: per alcuni abiti la pelle si intravede tra il corpetto e la gonna, lasciando un velo di “vedo non vedo”. Con un mascara nero, sopracciglia pulite e piene, su un fondo beige caldo e una valorizzazione dei zigomi, le spose sono pronte ad incantare la sala. Il mondo sposa mi segue ovunque ed io mi emoziono sempre posizionare un velo tra i capelli e curare il viso di una donna in abito bianco.

atelier

 

Se la prima sfilata ha visto il bianco sposa, la seconda ha accennato anche un tocco di nero. Bianca Popp ha proposto una linea di abiti dal nero al bianco, senza mai unire i due colori su di un solo capo. Senza delineare le forme, le modelle indossano gli abiti che cadono leggeri sul corpo, con comodità con il punto di forza sulle spalle. Eleganti senza esagerare, quasi come se fossero dee greche che sinuosamente si incamminavano in passerella. Per finire anche due modelli hanno indossato Bianca Popp dando anche un tocco di giallo. Perché no, anche l’uomo può azzardare.

bianca_popp_1

Tessuti vaporosi, forme sportive, moderne e comode. Spoff si è ispirato a forti elementi maschili dell’attuale tendenza street style e li fonde con colori pastello e tessuti high gloss. Quando il capo è particolare e alternativo, il make up deve assolutamente essere all’altezza. In questo caso ci siamo divertite nel valorizzare le linee del viso e la simpatia delle modelle che in passerella dovevano giocare con le cuffi, posizionate sul loro capo.

spoff

Adoro quando un designer azzarda e mette in passerella ciò che pensa e ciò che la matita su carta guida. Linee, forme, volant e creazioni di ogni genere per fare arte sul corpo di una donna. È stata una giornata piena di lavoro ma non mi sono negata, una visita ad uno dei maggiori incroci newyorkesi di Manhattan: Times Square. Con questo sorriso a trentadue denti ed uno scenario mozzafiato di questo mondo, io e Fabio vi diamo appuntamento al prossimo racconto firmato #BeyoutyNYFW.

14224912_10207517174627731_1685477611070557676_n

Francesca Beyouty
Francesca Beyouty
In tenera età il capello riccio già dominava il mio capo, le perle di mia madre erano già al collo, mettevo di nascosto il rossetto e il fucsia era divenuto già il mio colore preferito...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *