Altaroma, sfilate e backstage con Renato Balestra

Diario di una lookmaker: crescita, formazione e cuore
luglio 5, 2017
Beyouty bride
Daniela, la mia venere dai capelli rossi e ricci
luglio 17, 2017
Show all

Altaroma, sfilate e backstage con Renato Balestra

Altaroma, la capitale si colora di alta moda, stile ed eleganza

Quando sento il suono delle ruote del mio trolley sono due le cose che potrebbero accadere: una sposa mi sta aspettando per la sua seduta di beyoutezza oppure mi attende un viaggio ricco di emozioni e di adrenalina.

In questo caso la seconda opzione è quella giusta. Altaroma, i giorni incantevoli dedicati alla moda e all’eleganza, ha dato il via in questo ultimo fine settimana a defilè di designer che adoro e ai quali ho avuto il piacere di assistere e soprattutto ammirare. Ritiro il mio pass al Guido Reni District e mi incammino sempre con il mio amato tacco dodici alla prima sfilata. Ad aprire questa edizione di luglio 2017 è Morfosis, un brand che seguo da sempre e che ho avuto già l´onore di vestire per la New York Fashion Week del 2016. Infatti, proprio per questa occasione, decido di indossare una sua creazione.

Eccomi al Guido Reni District, pronta a vivere giorni pieni di moda e novità – Outfit Mofosis, Sunglasses Sunday by Ottica Sessa

Sofisticato, incisivo e vigoroso, tre aggettivi che hanno caratterizzato le uscite in passerella. La preziosità dei tessuti, la morbidezza dei tulle plumetille, la luce dei metalli si alternano alla delicatezza delle sete e delle organze. È così che Alessandra Cappiello riesce ancora una volta a dare vita ad una collezione piena di stile che fugge da schemi fissi e precompilati. Abiti che nascono dalla sua intuizione e dalla sua voglia di allontanarsi dalla realtà a conferma dello spirito del brand: Morfosis, la forma quale sintesi ed evoluzione di intuizioni.

Colore e assenza di colore per la nuova collezione S/S firmata Morfosis

Corro a salutare l’artista del particolare che rende tutto elegante con l´essenziale. Mi vede, sorride ed esclama una frase che mi rende felice:

“Tu sei Francesca! Finalmente ci conosciamo dal vivo!”

In compagnia di Alessandra Cappiello, fashion designer creatrice del brand Morfosis

Il tempo di bere una spremuta fresca e combattere i 35 gradi all´ombra della capitale e corro verso la seconda sfilata: Moi Multiple, brand della designer Anna Francesca Ceccon. È stato come vivere un´epoca, almeno per me, mai vissuta che mi piacerebbe vestire ogni giorno per raffinatezza e vigore. Anna è stata capace di far emergere il lato ironico e smart degli anni ´60, anni di grazia e leggerezza con abiti perfetti e raffinati che vestono una donna intraprendente e pungente. Parure, completi ingessati e sartoriali che si mixano con a particolari eccentrici e di gusto. Una palette coloratissima che varia tra arancio, pesca, cedrata, rosa, menta, blu china e verde tiffany.

Alcuni pezzi della collezione Moi Multiple, un viaggio negli anni ´60

Mi ritrovo molto in questa rivisitazione della donna di altri tempi e devo dire che io ed Anna abbiamo una cosa in comune: come io prendo ispirazione da una donna importante della mia vita, quale mia madre, così lei per questa sua collezione primavera/estate 2018 “Plus-que-parfait”, riprende in mano il ricordo della nonna. Ed è proprio questo che mi racconta nel backstage:

“Ho scoperto in me la sua ostinazione, la stessa ricerca assoluta del bello e forse anche l´insoddisfazione di non riuscire a raggiungere il sublime. L´ho sempre amata e odiata al tempo stesso, oggi scopro che mi ha lasciato una grande eredità: il senso dell´eleganza”.

Continuano le sfilate e per il pomeriggio ho indossato un outfit total black con un gilet firmato Seta

Anche il momento di magia firmato Greta Boldini è arrivato. Alexander Flagella e Michela Musco portano in passerella un´eleganza semplificata, priva di ormeggi, dando prevalenza a solennità e leggerezza, tradizione e contemporaneità. Per questa collezione “Sussurri”, sono stati capaci di stravolgere ogni tipo di standard: l´abito lungo diventa da giorno, la maglieria è pratica e confortevole ma diventa adattissima per i cocktail serali; i semplici soprabiti che di solito usiamo per la pioggia, si adattano perfettamente ad abiti da sera. Anche la paletta di colori, su ispirazione del fotografo Franco Fontana, è una sfumatura perfetta tra rosso cardinale, avorio e nero, con dettagli in colori caldi.

Tre abiti della splendida collezione di Greta Boldini

“Immaginate un pomeriggio di maggio, la Basilicata e una distesa di campo di grano. Ho preso ispirazione da una tipica talare rossa di un cardinale e dalla pace di un tramonto”.

In compagnia di Alexander Flagella dopo la sfilata

Continuano le emozioni, si passa dalle sfilate al backstage con Renato Balestra all’interno del suo splendido atelier

Un giorno pieno di nuove tendenze, di colori e tanta eleganza che fa da anteprima ad un altro momento per me molto importante. Indosso ancora una volta la maglietta con il simbolo del sole Compagnia della Bellezza e ne sono felicissima. Con un taxi raggiungo via Cola di Rienzo e mi ritrovo dinanzi all´edificio dell´eleganza dove ogni donna entra per poi uscire da principessa. L´insegna dorata porta il nome di Renato Balestra ed io penso “Sono arrivata anche qui! Quasi non ci credo!”, sorrido commossa.

Arrivata davanti a quel cancello, vedo quell’insegna dorata e sorrido. Il grande giorno è arrivato ed io sono sempre più carica e felice

Raggiungo i miei colleghi con i quali dovrò curare le acconciature delle modelle. Phon, forcine, piastra e le mie mani si mettono all’opera. Bellissime modelle si siedono dinanzi allo specchio e seguendo i suggerimenti dell’head hairstylist Patrizia Piscitello, realizzo l’acconciatura della sfilata.

Nel backstage in compagnia di Patrizia Piscitello e Stefano D’Alisera

Photo credit: Cinzia Capparelli

Photo credit: Cinzia Capparelli

La mia modella pronta per sfilare

Gli abiti di Renato Balestra sono incantevoli, vivono da soli anche su di una semplice gruccia, brillano di luce propria ed ogni paillettes ha il suo perchè. Sognanti abiti da sera per una donna sofisticata che vuole sentirsi al tempo stesso al centro dell´attenzione ed eccentrica ma sempre con la sua acconciatura elegante e un make up delicato.

Con Renato Balestra e il team Compagnia della Bellezza – Photo credit: Cinzia Capparelli

Photo credit: Cinzia Capparelli

Photo credit: Cinzia Capparelli

Ultimi ritocchi prima di raggiungere la passerella

Nella “Princess Collection” trionfa il giallo sole, gli abiti tunica arricchiti da brillanti ricami con particolari floreali. Abiti neri lunghi e corti al ginocchio con ricami che spezzano con il lucente dorato e infine il wedding dress che ha incantato tutti i giornalisti, blogger e gli appassionati della moda che riempivano il parterre: una cascata di ricami in cristalli su di un abito a sirena, un sogno che diventa realtà con tessuti leggeri e delicati.

Tre abiti stupendi della collezione firmata Renato Balestra – Fonte Immagini: Il Messaggero

Un’ altra esperienza si è conclusa e come sempre porto con me insegnamenti pratici ma soprattutto umani. Chi l’avrebbe mai detto che avrei lavorato per una sfilata di Renato Balestra? L’ho sognato e ci sono arrivata. Bisogna credere nei propri sogni ma non basta: alzati e lotta, persisti e insisti, i successi arriveranno se solo ci credi veramente e con il cuore pulito.

Alla prossima avventura amiche mie!

La vostra Francesca beyouty

Francesca Beyouty
Francesca Beyouty
In tenera età il capello riccio già dominava il mio capo, le perle di mia madre erano già al collo, mettevo di nascosto il rossetto e il fucsia era divenuto già il mio colore preferito...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *