#AltaRoma: La primavera e la Grande Mela secondo Antonella Rossi

Beyouty alla sfilata di Giada Curti - AltaRoma
Altaroma: alla corte della “Divina Marchesa” di Giada Curti
febbraio 2, 2016
#sanremo2016: i look Ko e Ok della prima serata
febbraio 10, 2016
Show all

#AltaRoma: La primavera e la Grande Mela secondo Antonella Rossi

Collezione-primavera-estate-antonella-rossi-2016

Quando lo scorso settembre sono partita per la New York Fashion Week non avrei mai immaginato di incontrare una città tanto straordinaria. Perché New York è così, ti sorprende anche se la vedi sempre al cinema e ne senti continuamente parlare. È una città che non ti basta mai.

Con questo amore nel cuore ho letto il tema della nuova collezione PE 2016 di Antonella Rossi e ho deciso che alla sua sfilata romana proprio non potevo mancare. Venerdì 29 gennaio sono così partita per raggiungere i luoghi delle sfilate della fashion week di Altaroma.

antonella-rossi-beyouty

Diciamo subito che Antonella Rossi è un brand di origini toscane con alle spalle un’azienda famigliare che opera nel settore della sartoria di qualità fin dal 1950. Tutti gli abiti hanno la capacità espressiva di un’opera d’arte e sono realizzati con tessuti pregiati come la seta, i velluti morbidi, il cachemere e tutto quello che viene fuori dalla ricerca e dalla passione.

La Collezione Antonella Rossi Haute Couture SS 2016, disegnata da Giulia Mori, nasce dagli impulsi creativi e dall’atmosfera unica di New York, una città che fonda la sua identità sulla multietnicità e sulla libertà di espressione. La presentazione ha preso vita nella bellissima cornice romana offerta dall’Hotel Westin Excelsior di Via Veneto. Un posto decisamente incantevole.

PE 2016 Antonella Rossi - AltaRoma

La sfilata è stata meravigliosa e come vostra lookmaker ho preso tanti appunti e concepito tante idee interessantissime. In passerella ho visto abiti dai tessuti leggeri mixati con materiali inusuali ed una palette di colori decisamente variegata. Si andava dal bianco iceberg all’elegante panna per scivolare verso i cromatismi del verde mela, dolce rosa chicco e rosso amore per arrivare, infine, al sofisticato blu cielo. La mia attenzione è stata rapita anche dalle preziose e sofisticate acconciature, dal makeup etereo e dalle calzature raso terra.

Eccovi gli scatti del fotografo Matteo Nardone!

Quella annunciata da Antonella Rossi è una primavera-estate all’insegna dei contrasti di colore grintosi ed allo stesso tempo femminili, con abiti caratterizzati da particolarissime trasparenze e delicati, ma lussuosi ricami. Non mancano, inoltre, gli spunti presi dalla moda anni ’90, visibili nelle silhouette e nei volumi concepiti.

Vi lascio con la citazione che la stessa Antonella Rossi ha scelto per descrivere lo spirito e la grinta del suo ultimo lavoro. Alcuni versi per trasmettervi il senso di liberazione e di rinascita tipico della primavera e di New York. E credetemi se vi dico che è così.

“Questa isola, galleggiante su acqua di fiume come un iceberg di diamante,
chiamatela New York, chiamatela come vi pare: il nome non importa poiché,
arrivando dalla maggiore realtà dell’altrove, uno va alla ricerca soltanto di una città, di un posto dove nascondersi, dove smarrire o scoprire se stesso,
per fabbricare un sogno all’interno del quale dimostrare che, dopo tutto,
non sei il brutto anatroccolo, ma un essere meraviglioso e degno di essere amato”.

Truman Capote

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Francesca Beyouty
Francesca Beyouty
In tenera età il capello riccio già dominava il mio capo, le perle di mia madre erano già al collo, mettevo di nascosto il rossetto e il fucsia era divenuto già il mio colore preferito...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *