Altaroma: alla corte della “Divina Marchesa” di Giada Curti

La-pinella-Alessia-Marcuzzi
Bellezza senza confini con Alessia Marcuzzi. La Pinella a Colori.
novembre 20, 2015
Collezione-primavera-estate-antonella-rossi-2016
#AltaRoma: La primavera e la Grande Mela secondo Antonella Rossi
febbraio 3, 2016
Show all

Altaroma: alla corte della “Divina Marchesa” di Giada Curti

Beyouty alla sfilata di Giada Curti - AltaRoma

Venerdì 29 gennaio, è stata presentata presentata al St. Regis Hotel Rome la nuova collezione di Giada Curti primavera estate 2016 dal titolo “La Divina Marchesa”. E io, ovviamente, c’ero!

Sfilata di moda Giada Curti - AltaRoma

Tra suggestive atmosfere Art Decò a Venezia, in passerella è andata in scena una donna iconica, orgogliosa e spinta dal desiderio di fare di se stessa un’opera d’arte. La stilista romana ha, infatti, preso ispirazione dalla vita della Marchesa Luisa Casati, l’eccentrica e nobile amante di Gabriele D’Annunzio.

La femminilità proposta da Giada Curti è intrigante, sensuale e aristocratica e vive in uno stato di assoluta libertà. Nei look sofisticati delle modelle risaltavano i capelli arruffati, gli occhi colorati di ombretto nero e oro e le ballerine stringate. I 21 abiti visti in pedana erano fluidi, impalpabili e velati, con trasparenze accennate quel tanto che basta da creare scandalo.

Credit foto: Salvatore Dragone / Gianluca Palma / Luca Sorrentino

Il momento più emozionante? Sicuramente la sfilata conclusiva. Sulle note di un brano del compositore francese René Aubry, tutte le creazioni sono andate in passerella una dopo l’altra dando grande risalto ai colori dell’intera collezione: verde smeraldo, viola, azzurro, talco e nero.

Ed eccomi subito dopo il bellissimo fashion show in compagnia della nota stilista e con Emanuela Tittocchia, Raffaella Modugno, la Marchesa d’Aragona e Sofia Bruscoli.

Beyouty con Tittocchia, Modugno, Marchesa d'Aragona e Bruscoli

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Francesca Beyouty
Francesca Beyouty
In tenera età il capello riccio già dominava il mio capo, le perle di mia madre erano già al collo, mettevo di nascosto il rossetto e il fucsia era divenuto già il mio colore preferito...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *