Altaroma a Cinecittà: i trend dell’alta moda 2019

tendenze_makeup
Le tendenze trucco e acconciature 2019
October 18, 2018
Show all

Altaroma a Cinecittà: i trend dell’alta moda 2019

Altaroma tra storia e cinema

Erano gli anni 60′, gli anni di Fellini e de “La dolce vita”. Erano gli anni di Luchino Visconti e del “Gattopardo”, gli anni in cui Cinecittà viveva di celebrità che rendevano il grande schermo degno di essere ammirato. Negli stessi anni, Raffaella Carrà arriva al successo in televisione, diventando lo stile vero e proprio della Rai. Quest’anno Altaroma celebra la moda degli anni passati, delle grandi personalità che si sono distinte tra televisione e cinema.

Al photocall dell’edizione estiva di Altaroma 2018 – Camicia Calvin Klein – Gonna Antonella Lanzione – Tacco Le Silla – Sunglasses Willmont

La fantastica gonna fashion pop realizzata esclusivamente per me dalla designer Antonella Lanzione

Sul mio tacco Le Silla al photocall di Cinecittà

Ogni tanto me lo concedo anche io: mi sono sentita una diva del passato. Proprio perché, in quei corridoi, in quelle sale, si respirava aria di cinema, di storia e di bellezza. Ho indossato la camicia di mio marito, una gonna realizzata esclusivamente per me e ho ripreso i miei tacchi anni 90′, così da essere in tema con i richiami del passato. E cosí, in completo stile pop fashion, vivo la mia Altaroma estiva partendo da Au197Sm.

Soldati o dee? È la bellezza di Au197Sm

Couture collides nano technology’, questo il nome della collezione. Il brand, nato due anni fa, si distingue  proprio per i capi realizzati attraverso la fusione dell’oro 24 carati e altri metalli preziosi con il tessuto, procedimento brevettato a livello internazionale. Il nome del marchio è esplicativo: la sigla Au197Sm rappresenta proprio il simbolo chimico dell’unico isotopo stabile dell’oro. Una linea che si sposa perfettamente al contesto dell’antica Roma di Cinecittà. Metalli che sembrano armature di soldati romani o teli morbidi che scendono delicatamente, quasi in modo etereo, sul corpo della donna, come delle dee.

Debutta a Cinecittà ‘Au197Sm’

La storia di Renato Balestra a Cinecittà

“Apro la sfilata con il primo abito che ho disegnato, risalente al 1958”, queste sono le parole di Renato Balestra, maestro della couture fedelissimo alla città di Roma e alla kermesse. È stato davvero emozionante. Ho sempre vissuto il backstage di Renato Balestra ma quest’anno mi sono accomodata e ho ammirato gli abiti più belli di tutte le sue collezioni. Ogni donna rimane incantata per i tessuti, per l’essenziale eleganza che può regalare una finezza sovrumana. Un tributo che sa di storia, di storia della moda.

Uno dei momenti più emozionanti – Photo by Fashion Network

Attimi emozionanti al tributo di Renato Balestra presso l’Antica Roma di Cinecittà

Colori e poesia, i trend delle prossime stagioni

Devo dire che con la mia gonna, di impressione pop art, piena di colori e geometrie, mi sono sentita a mio agio con tutto il contesto. I colori, il movimento, le geometrie, sfilano in passerella, rievocando immagini di una donna di altri tempi che con stile e padronanza del proprio corpo si fa notare tra le strade di Roma. Moi Multiple prende spunto dalla nostra infanzia, più precisamente dalle fiabe dei fratelli Grimm. Crea abiti colorati, magici, ispirandosi a mondi esotici. La designer cerca la fantasia, vuole giocare con i colori e con le forme, con la speranza di poter esaltare ogni tipo di personalità.

La fantasia e la storia di Moi Moltiple

Libri e moda, nel backstage di Abi Nader

Come sempre, ad ogni evento, mi ritrovo a lavorare dietro le quinte e quest’anno mi sono occupata della sfilata di Robert Abi Nader presso la Biblioteca Casanatense di Roma. Con Compagnia della Bellezza, ho realizzato un hairlook davvero particolare e importante che esaltasse la figura della donna e della sua importanza. In perfetta linea e coesione con il make up realizzato da Michele Magnani, Global Senior Artist Mac Cosmetics. Un vero e proprio onore per me lavorare al suo fianco e ammirarlo nel suo lavoro, osservare la sua mano che dipingeva il volto della modella creando così un vero e proprio capolavoro.

Con il Michele Magnani, Global Senior Artist Mac Cosmetics

Nel backstage con Compagnia della Bellezza

Attimi di backstage per la sfilata di Robert Abi Nader

Attimi di backstage al fianco di Michele Magnani

Con una delle modelle, pronta per indossare gli abiti Robert Abi NAder – Make up: Michele Magnani

Lo stile di Robert Abi Nader ripercorre la storia della donna e della sua eleganza, tra abiti lunghi e corti. Le pietre preziose diventano l’ornamento essenziale della femminilità. Il suo momento di maggiore suggestione è stato il gran finale, con l’abito da sposa. Tre colori e tre tessuti diversi, una fusione tra rosa, bianco e skin color, con pietre di cristallo e seta intrecciate.

Abiti importanti realizzati con tessuti preziosi, ecco due capi firmati Robert Abi Daner

Le dive del futuro siamo noi 

I trend delle nuovi stagioni riprendono lo stile delle donne che hanno fatto la storia e un omaggio immancabile e perfetto è stato quello per Raffaella Carrà, con la mostra “Iconoclasti”. Tutti gli abiti della regina della Rai, dai costumi di scena agli abiti da sera, sono stati assemblati e hanno raccontato lo stile della Rai, lo stile di Raffaella.

“Iconoclasti”, la mostra dedicata a Raffaella Carrà presso lo Studio 1 di Cinecittà

Gli abiti e gli accessori della regina della Rai

Sapete bene che amo vestire abiti di epoche passate e questa edizione di Altaroma mi ha dato la conferma che dobbiamo comunque attingere al passato, rispolverando le pellicole dei grandi registi e perché no, aprire gli armadi delle nostre nonne e iniziare a cercare e creare sperimentando nuovi trend.

Pronte?

Francesca Beyouty beyouty

Francesca Beyouty
Francesca Beyouty
In tenera età il capello riccio già dominava il mio capo, le perle di mia madre erano già al collo, mettevo di nascosto il rossetto e il fucsia era divenuto già il mio colore preferito...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *